iPhone per globalizzati

12 luglio 2008

iPhone: acquisto di irresponsabili consumatori ignoranti e globalizzati che comprano “il bello” e poi si lamentano di tutto il suo contenuto.

http://youtube.com/watch?v=X7ysJbUPQbc

Questo video (anche se è il solito esempio di figli di papà americani annoiati) mi da una soddisfazione trementa.

Tornando in me sottolineo che la Free Software Foundation ha pubblicato un bel post sui 5 motivi per non comprare l’iPhone. Riassumendo:

  1. iPhone blocca completamente il free software. Gli sviluppatori devono pagare una tassa a Apple, la sola autorità in grado di decidere cosa possa funzionare sul telefono;
  2. iPhone sostiene e supporta la tecnologia Digital Restrictions Management(DRM);
  3. iPhone fornisce modi per tracciare i comportamenti degli utenti senza informarli;
  4. iPhone non permette di leggere formati DRM-free come Ogg Vorbis e Theora;
  5. iPhone non è l’unica opzione. Ci sono alternative migliori come Freerunner che rispettano la libertà degli utenti, non spiano, permettono di leggere formati liberi, e consentono di usare software libero.

Ho trovato anche un bel video di ICTV che, con approccio leggero e comunque superficiale, scherza sui limiti di questo affasciante contenitore di contraddizioni.

Per fortuna non siamo ancora arrivati al punto in cui ci obbligheranno a comprare questo o quello, ma temo che ci stiamo avvicinando velocemente.

Annunci

Siamo alla deriva

10 giugno 2008

Attivissimo lo fa notare pacatamente nel suo blog. Cito anche la chiusura:

Siamo proprio sicuri di voler affidare le chiavi di tutti i nostri dati a una specifica azienda, che magari risiede in un paese che non offre diritti di riservatezza nemmeno sulla carta?

Saremo sempre più accecati dal bello e quindi non vedremo che ci stanno fregando; sta già succedendo.

Che delusione

Dopo 16 ore di lavoro il server è tornato bello bello in produzione.

Ringraziando ASP e IIS per la cortese attenzione li mandiamo gentilmente affffanculo!

In poche parole quei due balordi mi davano un qualche problema ad usare Sql Native Client come se la connection string fosse errata. Non capisco se si è de-registrata qualche dll/ocx o simili sta di fatto che asp non proferiva verbo e in poche parole non parlava più con il db.
Dopo ripetuti tentativi, nuovi setup, ri-registrato tutte le dll, cercato documentazione inesistente di microsoft a riguardo (nello specifico intendo), ho capito che era meglio passare dalla strada più “veloce”: ripristino del tutto a venerdì notte, un paio di backup del db ed è ripartito tutti. Tra l’altro ho risolto un altro problemino di Exchange…

Se a qualcuno venisse in mente quando una connection string del tipo:

“Provider=SQLNCLI;Server=myServerAddress;
Database=myDataBase;Uid=myUsername;Pwd=myPassword;”

da un momento all’altro dia rogne del tipo

Microsoft SQL Native Client error ‘80040e4d’
Argomento stringa di connessione non valido

….. o qualcosa del genere

me lo faccia sapere che così non passo una notte con un peso sullo stomaco!