Seconda edizione, nel 2008, del corso per nuovi utenti GNU/Linux. I docenti spiegheranno ai partecipanti come utilizzare il sistema ed i principali software.

LinuxTrent, in collaborazione con Computerinati, organizza un nuovo corso base.

Il corso si articolerà in 6 serate in cui si parlerà del sistema GNU/Linux e di Software Libero, di distribuzioni e suite d’ufficio, di navigazione internet e posta elettronica, di multimedia e molto altro.

I posti disponibili sono 15; il corso si terrà presso Villa Sant’Ignazio, in Via alle Laste 22 a Trento.

Maggiori informazioni sul programma, sulle modalità ed i costi di iscrizione sono disponibili nella pagina del corso.

Cogliamo l’occasione per ringraziare la Cooperativa Samuele dell’ospitalità.

Annunci

Non mi va il compiuter!

13 gennaio 2008

Caro informatico, hai presente quando amici, parenti, colleghi, e chi più ne ha più ne metta vengono a chiederti “non mi va il computer, cosa sarà?” oppure “mi si è bloccata la stampante, si può far qualcosa?” oppure tutte quelle domande dove il richiedente non sa mai cosa vuole ma parla comunque?
Bene, siamo subbissati quotidianamente da richieste d’aiuto di persone che preferiscono aggrapparsi agli altri piuttosto che leggere una schermata dove le possibilità di scelta variano tra Avanti ed Annulla.
Diciamo che scrivo perché in questo periodo tale attività è andata intensificandosi vertiginosamente, gente con stampanti fantasma, notebook con draghi nel castello e lettori dvd tipo il lard disk di Cevoli. Il vero problema, come sollevato in un bel post trovato qui e li è che l’informatico non riesce mai a dire di no però le sue aspirazioni non sono certo quelle di mettere a posto 4 finestre oppure spostare 12 icone orizzontalmente, semplicemente un informatico si “diverte” quando tratta temi più complessi e, soprattutto nel mio caso, temi astratti più che concreti. Invece le persone pensano che tu hai la smania di sistemare le menate di Windows e se non lo fai o non ci riesci sei addirittura una chiavica. Perché pensano che sia ovvia la conoscenza da parte tua di qualsiasi schermata nascosta non so dove di qualsiasi benedetto software fatto da altrettanto benedetta software house di 3 dipendenti col fatturato da 10 euro l’anno che vende il gestionale per il distributore delle patatine all’angolo.
A queste persone chiedo una santa cortesia, convincetevi che uno che lavora con i computer 8 ore al giorno, che vive quotidianamente i problemi del suo desktop pur dovendo, che ne so, progettare reti piuttosto che scrivere software o risolvere i mal di testa dei suoi servers, non ha certo voglia la sera o nel week end di affliggersi con la freccetta del mouse che non si muove o con la posta elettronica che va lenta e che non manda allegati da 55mb in 30 sec con un modem analogico.

Io non ce l’ho certo voi care persone che non conoscete un sistema operativo o qualche applicativo, figuriamoci, mi girano le balle però quando qualcuno ti chiede una mano ancor prima di aver letto la schermata che spiega per filo e per segno cosa fare, dando per scontato che tanto il compiuter è difficile, che non lo si capisce e che quindi nemmeno ci provi.
Quando vi comprate un pc di solito lo attaccate alla corrente, lo avviate e fa tutto da solo senza dover fare chissà quale operazione fantasmagorica.

E poi non venite a chiedere come scarico i film o come rubo la musica, non lo faccio, e comunque non è automatico che uno del settore automaticamente lo faccia, non è così.

Io continuerò ad aiutare volentieri chi ci prova, smetterò invece di dare una mano a quelli che non hanno voglia di muovere un dito. E non è certo una questione economica.

Perdonate lo sfogo…